15 ottobre 2008

Roomful of Blues

Duke Robillard (1948)

Duke Robillard, nome d'arte di Michael John Robillard (Woonsocket, 4 ottobre 1948), è un musicista statunitense di genere blues.

Dopo aver suonato in varie band ed aver lavorato con la Guild Guitar Company, ha fondato il gruppo Roomful of Blues insieme al pianista Al Copley nel 1967.

È stato anche membro dei The Fabulous Thunderbirds di cui faceva parte anche Kim Wilson, prendendo il posto di Jimmie Vaughan alla chitarra. Fra i generi musicali da lui suonati: il jazz, lo swing, ed il rock and roll, oltre al suo genere preferito, il blues.

Robillard ha lavorato con artisti come Jimmy Witherspoon, Snooky Prior, Jay McShann, Hal Singer, Pinetop Perkins, Joe Louis Walker, Todd Sharpville e Bob Dylan.
Nell'estate del 2006, Robillard ha accompagnato Tom Waits in un tour nel sud degli Stati Uniti.

(Tratto da Wikipedia)



Sito ufficiale

Duke Robillard website



Calendario tour

Visualizza calendario tour



Canzoni (mp3)

Grey Sky Blues (12 MB)
Stratified (9 MB)



Facebook

Profilo Facebook Duke Robillard



YouTube






15 luglio 2008

La mano lenta del Blues

Eric Clapton (1945)

Eric Patrick Clapton (Ripley, 30 marzo 1945) è un cantautore, chitarrista e compositore britannico.

Soprannominato «Slowhand» e «God», definito da Chuck Berry «The Man of the Blues», Clapton è annoverato fra i chitarristi blues e rock più famosi e influenti.

Nell'arco della sua lunga carriera, ha collaborato con altri artisti acclamati e ha militato in numerosi gruppi (The Yardbirds, John Mayall & the Bluesbreakers, Cream, Blind Faith, Delaney & Bonnie, Derek and the Dominos) prima di affermarsi come solista, sperimentando nel corso degli anni svariati stili musicali, dal blues di matrice tradizionale al rock psichedelico, dal reggae al pop rock.

Plurivincitore di Premi Grammy, Eric Clapton è l'unico musicista che vanta tre inserimenti nella Rock and Roll Hall of Fame (come solista nonché come membro degli Yardbirds e dei Cream).
È iscritto in seconda posizione, dietro al solo Jimi Hendrix, nella classifica dei cento migliori chitarristi redatta dalla rivista specializzata Rolling Stone.





Blues Before Sunrise
Five Long Years
Have You Ever Loved a Woman
It Hurts Me Too
Reconsider Baby
Walking Blues









26 giugno 2008

La chitarra mancina

Jimi Hendrix (1942 – 1970)

James Marshall "Jimi" Hendrix (Seattle, 27 novembre 1942 – Londra, 18 settembre 1970) è stato un chitarrista e cantante statunitense.

È considerato uno dei più grandi chitarristi della storia della musica, oltre che uno dei maggiori innovatori nell'ambito della chitarra elettrica: durante la sua parabola artistica, tanto breve quanto intensa, si è reso precursore di molte strutture e del sound di quelle che sarebbero state le future evoluzioni del rock (come ad esempio l'hard rock) creando un'inedita fusione di blues, rhythm and blues, rock and roll, psichedelia e funky.

Secondo la classifica stilata nel 2003 dal Rolling Stone Magazine è lui il più grande chitarrista di tutti i tempi.

La sua esibizione in chiusura del festival di Woodstock del 1969 è divenuta un vero e proprio simbolo: l'immagine del chitarrista che, con dissacrante visionarietà artistica, suona l'inno nazionale americano in modo provocatoriamente distorto è entrata di prepotenza nell'immaginario collettivo musicale come uno dei punti di svolta nella storia del rock.

Hendrix è stato introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1992.

(Tratto da Wikipedia)



Discografia

Album in studio

1967 - Are You Experienced
1967 - Axis: Bold as Love
1968 - Electric Ladyland
1970 - Band of Gypsys



Sito ufficiale

Jimi Hendrix website



Canzoni (mp3)

Catfish Blues (7 MB)
Red House (3,5 MB)



YouTube



01 giugno 2008

Il blues multietnico (Taj Mahal)

Taj Mahal (1942)

Henry Saint Clair Fredericks, noto come Taj Mahal (New York, 17 maggio 1942), è un musicista statunitense.

Biografia

Taj Mahal crebbe a Springfield nel Massachusetts; suo padre era un musicista jazz e la madre un'insegnante afroamericana.

Nei primi anni sessanta studiò agricoltura e zootecnica all'University of Massachusetts Amherst, diplomandosi nel 1964.

Nello stesso anno, dopo il college, si trasferì a Los Angeles per formare i Rising Sons con Ry Cooder. Il gruppo incise un singolo con la Columbia Records, oltre ad altri album che non furono pubblicati fino al 1992. Non sentendosi appagato dalle attività del gruppo decise di intraprendere la carriera da solista.

La sua musica ha molteplici derivazioni, principalmente blues, reggae, cajun e gospel, ma riporta anche qualche influenza di musica hawaiiana, africana e caribica.

Ha vinto due Grammy Awards come "Miglior album blues contemporaneo" - il primo nel 1997 con Señor Blues, il secondo nel 2000 con Shoutin' in key -, oltre ad aver collezionato nove nomination, tra cui quella nel 2008 per il miglior album blues contemporaneo con l'album Maestro.

1997 (Grammy Award) Best Contemporary Blues Album for Señor Blues
2000 (Grammy Award) Best Contemporary Blues Album for Shoutin' in Key
2006 (Blues Music Awards) Historical Album of the Year for The Essential Taj Mahal
2008 (Grammy Nomination) Best Contemporary Blues Album for Maestro

Nel 2006 è stato insignito del titolo di "official Blues Artist of the Commonwealth of Massachusetts".

(Tratto da Wikipedia)



Discografia

Album in studio

1968 - Taj Mahal
1968 - The Natch'l Blues
1969 - Giant Step/De Ole Folks at Home
1971 - Happy Just to Be Like I Am
1972 - Recycling the Blues & Other Related Stuff
1973 - Oooh So Good 'n Blues
1974 - Mo' Roots
1975 - Music Keeps Me Together
1976 - Satisfied 'n Tickled Too
1976 - Music Fuh Ya' (Musica Para Tu)
1977 - Brothers (Soundtrack)
1977 - Evolution (The Most Recent)
1986 - Taj
1988 - Shake Sugaree
1991 - Mule Bone
1991 - Like Never Before
1993 - Dancing the Blues
1995 - Mumtaz Mahal
1996 - Phantom Blues
1997 - Señor Blues
1998 - Sacred Island
1999 - Kulanjan
2003 - Hanapepe Dream
2005 - Mkutano Meets the Culture Musical Club of Zanzibar
2008 - Maestro



Sito ufficiale

Taj Mahal official website



Calendario tour

Visualizza calendario tour



Canzoni (mp3)

Sittin' On Top Of The World (3 MB)
Statesboro Blues (2,8 MB)



Facebook

Profilo Facebook Taj Mahal



YouTube





25 maggio 2008

Nothin' but the Blues

Gary B.B. Coleman (1947-1994)

Gary B.B. Coleman (Paris, 1° gennaio 1947 – Center, 14 febbraio 1994) è stato un chitarrista, cantante e produttore discografico statunitense di genere soul blues.

Nato artisticamente in ambito locale, si trasforma poi nel promotore del genere blues e si dimostra un eccellente turnista. Coleman registra il suo primo album nel 1986, co-rilasciato con Ichiban Records. Ha pubblicato diversi altri album e ha prodotto la maggior parte del catalogo blues di Ichiban fino alla sua morte, nel 1994. In molte occasioni, Coleman ha svolto compiti multi-strumentistici nello studio di registrazione. Ha riconosciuto come mentori sia B.B. King, con il suo appellativo "B.B", e un compagno texano, Freddie King.

Carriera

Coleman nasce a Paris, Texas. Già all'età di 15 anni lavora a fianco di Freddie King. Successivamente supporta come musicista Lighthin' Hopkins in concerto e continua formando il proprio gruppo. Inizia allo stesso tempo a suonare nei nightclubls di tre stati: Texas, Oklahoma e Colorado. Questo duplice stile di vita nel sud-ovest continua imperterrito per quasi venti anni, fino al 1985, anno in cui crea la propria etichetta indipendente, Mr. B's Records e registra un singolo ("One Eyed Woman"), per pubblicare infine il suo album di debutto, Nothin' but the Blues, l'anno successivo. L'album si rivela molto popolare. La Ichiban Records si convince a firmare con Coleman un contratto di registrazione e rilasciare pubblicamente Nothin' but the Blues con la sua etichetta nel 1987.

Segue nel 1988 il successo If You Can Beat Me Rockin' (1988), e nello stesso anno i compiti di Coleman con la Ichiban Records si ampliano per includere la produzione di altri dischi e per altri spettacoli, oltre che fare da tramite con altri artisti come A&R scout. Pubblica quindi altri sei album fino al 1992 ed è responsabile per la produzione degli album di Blues Boy Willie, Chick Willis, Little Johnny Taylor e Buster Benton (Money's the Name of the Game, 1989).

Coleman ha continuato a scrivere materiale per altri artisti e talvolta suonava chitarra e tastiere nei loro dischi. Nei suoi stessi album compaiono canzoni di cui è autore, come "I Fell in Love on a One Night Stand" and "If You Can Beat Me Rockin' (You Can Have My Chair)".

Ha continuato a ricoprire diversi ruoli con successo, fino alla morte precoce nel 1994.
(Tratto da Wikipedia)



Discografia

Album in studio


1987 - Nothin' but the Blues
1988 - If You Can Beat Me Rockin'...
1989 - One Night Stand
1990 - Dancin' My Blues Away
1991 - Romance Without Finance Is a Nuisance
1991 - The Best of Gary B.B. Coleman
1992 - Too Much Weekend
1996 - Cocaine Annie



Canzoni (mp3)

The Sky Is Crying (8,8 MB)

20 maggio 2008

Soul Fixin' Man

Luther Allison (1939 – 1997)

Luther Allison (Widener, 17 agosto 1939 – Madison, 12 agosto 1997) è stato un chitarrista statunitense blues.

Dalla originaria Widener nell'Arkansas la famiglia si trasferì a Chicago, Illinois, nel 1951. Prima di questo trasferimento aveva imparato a suonare la chitarra da autodidatta, ed aveva iniziato ad ascoltare gli autori blues. Nel 1954 iniziò a farsi vedere nei blues club di Chicago con la speranza di essere invitato da qualcuno a suonare sul palco. Riuscì a suonare con la band di Howlin' Wolf e con James Cotton.

La grande occasione gli si presentò nel 1957, quando Muddy Waters lo invitò a salire sul palco insieme a lui. Grazie a quell'incontro Allison inziò a suonare nel circuito dei club blues tra la fine degli anni '50 e i primi anni '60, e registrò il suo primo singolo nel 1965. Firmò quindi un contratto con la Delmark Records nell'autunno del 1967, e nel 1969 realizzò il suo album di debutto, Love me Mama. La sua esibizione all'Ann Arbor Blues Festival del 1969 riscosse un buon successo, e per questo venne invitato alle tre seguenti edizioni del festival. Andò in tournée lungo tutti gli Stati Uniti e nel 1972 venne ingaggiato dalla Motown Records, uno dei pochi artisti blues ad esservi riuscito.

Dalla metà degli anni '70 iniziò ad andare in tour anche in Europa, e grazie al riscontro positivo del pubblico si trasferì in Francia nel 1977, dove si stabilì per i seguenti quindici anni. Allison era conosciuto soprattutto per le sue esibizioni dal vivo, nelle quali eseguiva assoli di chitarra lunghi dieci minuti, ed anche per il rapporto che aveva con il pubblico durante le esibizioni. Durante i suoi concerti usava lanciare una lunga corda al pubblico, corda che terminava attaccata alla sua Gibson Les Paul.

Il manager ed agente europeo di Allison, Thomas Ruf, fondò la propria casa discografica nel 1994, la Ruf Records. Allison firmò per questa casa discografica e contemporaneamente firmò anche per la Alligator Records per la distribuzione americana. Il fondatore della Alligator Records, Bruce Iglauer, convinse Allison a far ritorno negli Stati Uniti. Registrò quindi l'album Soul Fixin' Man nel 1994, al quale seguì un tour negli Stati Uniti ed in Canada. Sia Allison che l'album Soul Fixin' Man conquistarono 4 W.C. Handy Awards (premio istituito dalla ONG Blues Foundation in onore del musicista blues William Cristopher Handy. Il premio ha cambiato la sua dicitura in The Blues Music Award nel 2006).

Con la James Solberg Band al suo seguito, Allison continuò instancabilmente ad andare in tour, e con la realizzazione nel 1995 di Blue Streak guadagnò altri Handy Awards nonché una maggiore fama. Fece inoltre da presentatore ai Living Blues Awards e fu ospitato sulle copertine delle più importanti riviste di settore.

Nel mezzo del suo tour del 1997, in estate, Allison venne portato in ospedale perché accusava dolori al petto e problemi di respirazione. Sfortunatamente gli venne diagnosticato un tumore al polmone le cui metastasi si stavano ormai espandendo alla spina dorsale. Dopo un breve periodo di coma, Luther Allison morì il 12 agosto del 1997, cinque giorni prima del suo 58esimo compleanno. Il suo album Reckless venne pubblicato poco tempo dopo la sua morte.

(Tratto da Wikipedia)





Bad Love (9 MB)
Soul Fixing Man (3 MB)





Guarda dei filmati su YouTube

22 gennaio 2008

Buddy

Buddy Guy (1936)

Buddy Guy , vero nome George Guy (Lettsworth, 30 luglio 1936) è un chitarrista statunitense.

È uno dei più importanti esponenti del blues americano. Figura di spicco del genere ne è, insieme a B.B. King, uno dei punti di riferimento.

Buddy Guy predilige i concerti dal vivo, che rende dei veri e propri spettacoli, grazie alla presenza scenica ed alle sue doti di chitarrista e cantante. Eric Clapton lo considera il miglior chitarrista vivente.

Ha suonato al noto concerto di chitarra Crossroad Guitar festival oganizzato dallo stesso Eric Clapton,nel quale ha sfidato un altro chitarrista di fama mondiale John Mayer a duello di chitarra. Lo ha vinto tenendo una nota di assolo e bevendo ben 8 bicchieri d'acqua vuotandoseli anche poi continuando a fare l'assolo.

Buddy Guy è proprietario di un bar in Chicago, nella zona del Loop, il Buddy Guy's Legend, dove tutte le sere si suona musica blues di alto livello. A volte può capitare di trovare lo stesso Buddy Guy che serve al banco o, meglio ancora, che suona.

La prima chitarra di Buddy Guy, avuta all'età di diciasette anni adesso è custodita al Rock and Roll Hall of Fame in Cleveland.

Fino all'età di 21 anni Buddy Guy non aveva mai lasciato la Lousiana, quando un suo amico, che lavorava come cuoco a Chicago, lo convinse a lasciare il suo lavoro di custode all'università per andare a Chicago a suonare blues. Il 25 settembre del '57 Buddy Guy finalmente arrivò a Chicago.

(Tratto da Wikipedia)





First Time I met The Blues (6 MB)
Damn Right I've Got The Blues (6 MB)





Guarda dei filmati su YouTube